Manubrio in carbonio Ullicyc con pipetta integrata



Per gli appassionati di bici si trovano ad oggi su internet un sacco di accessori, qualcuno di dubbia estetica e fattura, qualcun’altro di ottima qualità ed esteticamente piacevole.

Girando tra i più conosciuti siti di acquisti online abbiamo notato questo manubrio in carbonio che ha attirato la nostra attenzione.

In passato avevamo già usato e testato manubri simili di provenienza estera con ottimi risultati (il test lo trovate cliccando QUI) e pertanto abbiamo deciso di acquistarne un paio, uno in versione carbonio lucido e uno in versione opaco così da poterli provare.

Molto bella anche la geometria con un angolo rovesciato della pipetta di 17 gradi che regala alla bici un aspetto veramente “cattivo”.

Dopo 40 lunghissimi giorni il pacco è arrivato, ben imballato e imbottito.

Tolti i manubri dalla confezione risultano subito molto belli e accattivanti, all’esterno sono rifiniti molto bene e anche all’interno sembrano essere stati lavorati con una buona precisione.

Il sito lo propone tante colorazioni differenti e in varie misure di lunghezza esterna e di pipetta ad un costo cadauno inferiore alla 50 euro (spese di spedizione comprese).

Il peso reale di ogni pezzo è di 262 grammi comprese le viti (in versione pipetta 100 mm e manubrio 720 mm) con pochi grammi di differenza tra la versione verniciata e quella opaca.

Nella parte inferiore il pezzo ha altri 2 bulloni filettati con controdado nel carbonio molto, molto utili se si vuole attaccare qualsiasi oggetto (ad esempio una GoPro o una luce al led) al manubrio.

L’abbiamo montato su una nostra bici e il risultato finale è veramente bello (scorrete le immagini in galleria)

Durante il montaggio non abbiamo avuto alcun problema, ne per inserire gli accessori ne per le manopole ne per l’attacco forcella. A differenza del precedente manubrio cinese che avevamo testato questo ha diametri e tolleranze molto precise che rendono facile e veloce le operazioni di montaggio.

Lo abbiamo già utilizzato durante le nostre uscite e durante un raduno che si è tenuto nella zona nei giorni scorsi. Nonostante il percorso veramente tosto e impegnativo l’accessorio non ha dato alcun segno di cedimento ne problematiche di alcun tipo.

Lo testeremo ancora nei prossimi mesi e vedremo se resisterà nostre sollecitazioni e/o per quanto tempo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *