Niner Vs Niner – Air 9 Rdo




Niner Vs Niner – Air 9 Rdo

Niner Air 9 Rdo 2017 Vs Niner Air 9 Rdo 2012

 

Di solito si leggono confronti fra bici di numerose tipologie e marche dove i tester si trovano a valutare differenze generate dal risultato di ideologie e progettazioni diverse. Anche in quel caso non è facile in quanto il livello prestazionale delle bici top di gamma si è alzato  e uniformato negli anni e la forbice tra una marca ed un’altra si è molto ristretta..

Il nostro intento è diverso. Vorremmo cercare di capire quanto è stato marcato lo sviluppo tecnologico nel settore MTB negli ultimi 5 anni, abbiamo preso in esame una marca Leader del settore (la Niner) e abbiamo messo sotto torchio lo stesso modello di bici top di gamma (La Air Rdo) prima quella del 2012 e poi quella del 2017.

Cosa sarà successo in questi 5 anni?

 

Modello 2012

 

Modello 2017

 

Analizziamo il telaio.. Esteticamente e progettualmente il telaio è molto diverso.

Gli angoli di sterzo e del tubo sella sono stati modificati (più aperti) e passano ora a 70° per lo sterzo e a 73° per il tubosella. Il carro posteriore è notevolmente cambiato così come l’ingresso dei passaggi cavi interni al telaio.

Il mozzo posteriore ospita ora un Boost da 148 con un perno passante da 12 mm e anche le aree di ingombro del copertone sembrano esser state modificate con lo scopo di montare copertoni più larghi.

Ecco il dettaglio delle nuove geometrie:

 

 

Per il test ci siamo affidati a bikers molto performanti e di comprovata esperienza, la regola che ci siamo dati è stata quella di rimontare sul nuovo telaio tutti i componenti che erano montati sul vecchio ed  in particolare le stesse coperture che, essendo determinanti, forniscono sensazioni diverse in base alle proprie caratteristiche di guida. La nostra speranza era di riuscire così da captare anche le più piccole differenze di comportamento del nuovo telaio.

Causa il nuovo Boost sono state sostituite anche le ruote, sempre però con mozzi American Classic e cerchi ZTR Crest ma con canale da 23 anziché 21.

La prima verifica è stato quella del peso; 8,9 Kg del vecchio modello contro kg 8,65 del nuovo. (MTB montate come da foto con 80ml di lattice per ruota e esclusi da entrambe gli accessori tipo borracce, kit riparazione, pompe, gps ecc.. ).

I percorsi affrontati per più di un mese sono stati di tutti i tipi, da quelli cross country a quelli tipici delle marathon, da quelli veloci e scorrevoli a quelli altamente tecnici, senza disdegnare anche il freeride.



 

Ma che opinione hanno espresso i nostri tester??

In salita: Sembra che la battuta posteriore Boost (148×12 mm) e il nuovo carro hanno migliorato una sensazione che era già ottima contribuendo a dare maggiore stabilità, maneggevolezza e precisione di guida su tutti i terreni;

In Pianura: nei single track con terreno compatto la precisione dello sterzo è ai massimi livelli, il piacere nella guida è assicurato e la bici è di molto migliorata rispetto alla versione precedente.

In discesa: Merito forse dell’angolo di sterzo anche la guida sui terreni compatti è migliorata. Nei terreni sconnessi però la maggior rigidità del telaio si fa sentire a discapito del confort.

 

Nel corso del test la differenza di rigidità del nuovo telaio ci ha indotti a rimodulare la pressione delle gomme; occorre diminuirla di qualche psi.

Il primo esperimento è stato fatto montando un copertone Vittoria Barzo da 2.25 all’anteriore e lo Swhalbe Rocket Ron evo Snakeskin da 2.25 al posteriore. Successivamente si è utilizzato all’anteriore il Vittoria Barzo da 2.35 con una pressione leggermente inferiore che ha migliorato il confort di guida.

 

Per concludere:

  • Lo scopo del nostro test era poter valutare lo sviluppo tecnico del telaio in 5 anni ma sostanzialmente se ciò era percepibile dall’utente finale. Possiamo concludere che il miglioramento c’è stato e si sente ed è stato apprezzato dai nostri bikers.
  • Abbiamo parlato di una bici con forcella rigida che richiede ottime doti di guida su tutti i terreni e in particolare in discesa.. Chi possiede queste doti ne rimarrà entusiasta. In alternativa la Niner air 9 Rdo può  essere allestita con forcelle ammortizzate da 100 e 120 mm di escursione..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.