Test – pacco pignoni top di gamma. Però “con gli occhi a mandorla”..

Ad oggi, molti dei componenti che utilizziamo sulle nostre bici, dalle marche più blasonate fino ai pezzi più economici, vengono prodotti nel continente del sol levante per poi essere commercializzati in tutto il mondo.

Molti di questi componenti non sono però destinati al loro mercato interno. Se ad esempio guardiamo le immagini di bici cinesi top di gamma (bici da pro insomma spesso in vendita a prezzi non troppo lontani da quelli del mercato europeo) notiamo subito una cosa.. E’ difficile trovare su queste bici elementi marcati SRAM oppure SHIMANO.

Appurato questo la domanda sorge spontanea.. “Ma se sono bici così costose (soprattutto per il loro mercato locale) non dovrebbero montare componenti leggeri e affidabili?”.

Sulla scia di questo ragionamento siamo andati a cercare qualcosetta per sperimentare e “ficcare un pò il naso” e ci siamo imbattuti in questo pacco pignoni:

Non abbiamo resistito molto.. 10 minuti e comprato.

Dopo 40 lunghissimi giorni il pacco è arrivato, ben imballato e imbottito.

In foto e dalla descrizione sul sito l’oggetto sembrava veramente accattivante ma una volta arrivato e preso in mano ci ha veramente sorpreso in positivo.

Esteticamente ha una colorazione bellissima, 9 rapporti sono lavorati insieme (credo ricavati dal pieno ma non ne sono sicuro al 100%) mentre gli ultimi 3 sono spinati.

Come si vede in foto 11 rapporti hanno il trattamento colorato mentre l’ultimo è nero. La basetta di aggancio dell’ultimo rapporto ricorda molto quella dell’XX,  le giunzioni a L tra una corona sono molto fitte e lineari.

I vari siti cinesi lo  proponevano  in tante colorazioni differenti, in varie misure di denti e passo e con vari attacchi al mozzo ruota. Il modello acquistato è un 12V attacco XD 9-50 con passo 9-11-13-15-18-21-24-28-32-36-42-50 e pesa 380 grammi.

lo producono anche con attacco standard shimano o il nuovo “millerighe” in vari materiali fino a un peso di quasi 600 grammi e logicamente in vari prezzi. il più economico e pesante costa circa 35 euro spedito.

Questo dell’articolo è il più costoso e leggero.

Se lo controntiamo con un pacco Sram XX1 12V (attacco XD 10-50 con passo 10-12-14-16-18-21-24-28-32-36-42-50 che pesa 365 grammi) notiamo che il peso si avvicina di molto (15 grammi di differenza), che il pacco cinese in basso monta il pignone 9 e non il 10 (ed è tanta differenza) e che il costo dei 2 componenti è molto diverso.

Il prezzo del pacco pignoni cinese si aggira intorno alle 130,00 euro spedito mentre per il pacco sram ne occorrono più di 350,00.

L’abbiamo montato su una nostra bici e il risultato finale è veramente bello.

Durante il montaggio non abbiamo avuto alcun problema, lo abbiamo accoppiato a un cambio sram-Gx eagle e una catena sram-x01.

Allo stato attuale ci abbiamo fatto una decina/quindici di uscite e non ha mai manifestato alcun problema. Cambiata precisa sia in salita che discesa, abbastanza rapida, nessun particolare rumore. L’accoppiata con componenti sram (cambio e catena) sembra funzionare bene. Ad oggi le spinature non sembrano aver preso gioco ne si notano deformazioni o consumi anomali dei denti.

Lo testeremo ancora nei prossimi mesi e vedremo se resisterà nostre sollecitazioni e/o per quanto tempo.

  2 comments for “Test – pacco pignoni top di gamma. Però “con gli occhi a mandorla”..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *