Giro 010 – Sulle sponde del Renaro




Percorso completo: 16,5 Km

Dislivello in salita: 700 mt

Quota max raggiunta: 724 mt slm

Nostro tempo di percorrenza senza soste: 1 ore 40 minuti

Grado di difficoltà: 5/10

 

Planimetria

Profilo

 

Con questo giro si è pensato a chi vuole fare un giretto veloce e ha poco tempo oppure a chi, alle prime armi, non ce la fa a pedalare per molti chilometri.

Il percorso ricalca alcuni dei più spettacolari single trak in zona e vi divertirete come i bambini al Luna Park.

Non fatevi ingannare però dai ridotti chilometri da percorrere, i quasi 700 mt di dislivello su 16,5 km sono comunque tosti.

Partenza dal parcheggio del cimitero di via S.M. in Campis, si attraversa per campo di Marte e si comincia a salire in direzione Sassovivo.

Si attraversa per la prima volta il Renaro poco prima della deviazione per Uppello e da li in poi si lascia anche l’asfalto.

Passando per gli uliveti si arriva alle vecchie strutture militari e si prosegue salendo per la Polveriera fino ai tavolinetti di Sassovivo.

Il sentiero della Polveriera verrà percorso anche in discesa ma in realtà non è lo stesso. Lungo il tracciato il sentiero in salita e il sentiero in discesa si dividono. Per non sbagliare quando salite nei due punti di incrocio prendete sempre il sentiero meno ripido. Sbucherete nella zona dei tavolinetti di Sassovivo davanti la Cripta del Beato Alano, vicino alla strada asfaltata. Quando scendete entrate nella zona sotto la fontana e seguite il percorso.

Arrivati a Sassovivo  davanti alla Cripta guardate a dx, in fondo al viale c’è la fontana per il rifornimento dell’acqua.

Continuate a salire per la strada di breccia (altri 3,5 km) poi svoltate a sx sull’ultima rampata per andare a prendere il sentiero denominato “Bertini 2”.

Il “Bertini 1” lo trovate in sequenza attraversando la strada. Sentieri nel bosco spettacolari, molto stretti e a tratti veloci che terminano sulla “Passeggiata dei Frati” che riporta tutta in piano ai tavolinetti di Sassovivo.

Da qui in poi Polveriera in discesa ma prima di arrivare alla vecchia caserma girate a sx, e cominciate a risalire fino a prendere il sentiero denominato “Ugotrak”.

Arrivato in cima si imbocca direttamente il sentiero del “Capostorno”. Veloce, stretto tortuoso e veramente gustoso.

Il Capostorno riporta direttamente sulla strada asfaltata e da li si riprende verso il rientro.




Appena possibile pubblicheremo una variante che permetterà di allungare il tracciato inserendo altri 4 single trak in quanto, anche se a due passi da casa, la zona merita e i percosi sono veramente divertenti.

Si parte in direzione di S. Vittore e per i primi 3,1 Km si percorre la strada provinciale su asfalto. Gustatevelo bene questo asfalto perché per i prossimi 37 km non ne troverete più… (Tranne 500 mt nell’abitato di Sostino e lungo il reettilineo dell’arrivo.)

Legenda della mappa:

A – Punto di partenza, Parcheggio, Via S. Maria in Campis – Cimitero.

B – Deviazione per Uliveti

C – Sassovivo

D – Inizio Bertini

E – Fine Bertini – Passeggiata dei Frati

F – UgoTrak

G – Inizio Capostorno

 

Cliccando sul pulsante di seguito potete scaricare le tracce in formato GPX TCZ e KML Files tracce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *