Giro Panino e Birra 2019 – A Casale è festa grande..



Giro Panino e Birra 2019 – A Casale è festa grande..

Con le edizioni passate pensavamo di aver visto tutto e invece anche quest’anno ci viene ricordato che non c’è limite all’inventiva e a quello che un Biker affamato può infilare nello zaino..

Nuova location e nuove regole hanno reso interessantissima anche questa edizione con la frazione di Casale che ha ospitato i 30 temerari ciclisti accogliendoli con bracere, salsicce vino e tanto calore umano.

Il giudice Roberto Sebastiani dell’associazione “Amici di Casale” subentrato a Ugo Meniconi per maggiore “formazione professionale maturata sul campo” in collaborazione con gli altri 2 membri Retaggi Piepaolo e Stefano Turchi ha avuto un bel da fare per formare la graduatoria perchè il livello raggiunto quest’anno da tutti i partecipanti è stato veramente alto.

La giornata comincia bene con una lunga pedalata per sentieri fino alla frazione di Casale, nessuno fiata sul contenuto dello zaino (molti manco ce la fanno ad aprir bocca lungo le salitone del percorso) .

Si notano subito assenze illustri e importanti che negli anno passati hanno lottato per il podio, Orbi, Paolone, Panzolini, Langeli, Tronconi, Romano e altri invece (scandalosi) si presentano senza panino..

Giunti in loco si scartano le sorprese… Partono gli assaggi, i giudici ragionano, pensano, si confrontano e riassaggiano..

Quest’anno e’ Antonello Giordano il nuovo Re di Panino e Birra…
La New Entry del team All Mountain Foligno affonda la concorrenza con un panino denominato SUD “Pane croccante alla curcuma, crema alle cime di rapa, burrata aromatizzata all’anduja calabrese, pancetta croccante, gamberoni saltati nel grasso della pancetta ed aromatizzati al brandy e pepe nero.”. Da scialà..

Sfiora di nuovo la vittoria Pierpaolo Retaggi quest’anno presentatosi con il panino denominato “cosa hai messo nel panino..” e composto da — riportiamo integralmente la descrizione dell’artista — “panino rosetta classico ( a forma di pacco di palle) con semi di girasole (a simulare peli). Granelli di vitello (volgarmente chiamati palle) tagliati a fette e fritti a guarnire carciofi fritti e scarola ripassata in padella con pinoli ed uvetta.

Terzo classificato è Ugo Meniconi che appoggia sul bancone dei giudici uno sfilatino con erba campagnola e ciaramicole di maiale (budella lasciate essiccare tra sale e aromi per 6 mesi).

Quarto classificato Stefano Turchi con pane fatto in casa con farina di mais e farina bio, baccalà mantecato, fiori fritti e julienne di zucchine

Quinto classificato Angelo Fiorelli con il panino denominato Tartaruga composto da Salmone affumicato, salsa guacamole, robiola, ravanelli, valeriana, granella di pistacchi.



Da segnalare anche la voracità dell’affiliato Mauro Saccomanni che, nonostante non rientrava nella schiera dei giudici, ha mangiato come se non ci fosse un domani ed ha assaggiato “sto mondo e quill’altro”.. Spuntava da tutte le parti e mozzicava..

Maglia nera del 2019 è Sauro Cesarini che si è presentato con un panino allo Stinco di Maiale. Il giudice Roberto Sebastiani è stato deciso e irremovibile… “Non se pole fà un paninu con l’ossu..”

I primi 3 vincitori potranno ritirare i relativi premi nei prossimi giorni rivolgendosi direttamente allo staff “All Mountain Foligno”, per gli altri non rimane che il solito consiglio… “Iniziate a studiare per l’anno prossimo.. Perché ogni anno è più dura..”

L’albo d’oro aggiornato:

  • 2015 – Marco Panzolini che ha consumato un panino imponente con mortadella nostrana accompagnato da due Ceres per sgrassare..
  • 2016 – Riccardo Langeli con un panino di tutto rispetto farcito con un ciauscolo eccezionale innaffiato da una birra Bio di discutibile sapore.
  • 2017 – Tommaso Tronconi presentatosi con una filetta al Lampredotto e fusto di birra chiara.
  • 2018 – Pierpaolo Retaggi – Ciabatta con Fagiana e Cicoria di Collecroce
  • 2019 – Antonello Giordano – Panino SUD

Albo maglie nere:

  • 2015 – Non valutato
  • 2016 – Paolo Malvestiti che ha osato scartare una squallida barretta durante il magico momento del ristoro
  • 2017 – Michele Sterlini presentatoti con un triste panino alle mandorle
  • 2018 – Riccardo Langeli – Panino triste e arido
  • 2019 – Sauro Cesanini – Panino con l’osso..

Per visionare le foto del 2016 cliccate QUI.

Per il report evento 2017 cliccate QUI.

Per il report evento 2018 cliccate QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *